Alessandro Pasi, DS di Ferrara con passato sia in Fortitudo che in Virtus, è stato intervistato da Enrico Schiavina sul Corriere di Bologna, in occasione della doppia sfida di questo weekend.
Ecco un estratto delle sue parole da dirigente ferrarese e tifoso del Bologna FC.

C’è un’attesa pazzesca per la sfida di calcio ed è normale che sia così. Noi poi veniamo anche da una brutta sconfitta a Imola, che non aiuta. Il basket è sentito, ma la Spal è la Spal. Specialmente questa settimana.

Pronostico? Diciamo che qui a Ferrara sono l’unico che esca due volte il segno 1, sabato al palazzo e domenica allo stadio. A noi però per battere la Fortitudo serve un’impresa.

Sul -26 a Imola. Un blackout totale, inspiegabile. Con tutto il rispetto per Imola. Siamo arrabbiati, vogliamo dimostrare di non essere così, a noi stessi e al nostro pubblico.

Il tifoso ferrarese sente più la sfida alla Effe o alla Virtus? Difficile dfirlo, le sente molto tutte e due. Diciamo che il ferrarese che segue soprattutto la Spal è più sensibile al grande prestigio della Virtus, mentre chi è esperto di basket conosce lo spirito Fortitudo, la particolarità del suo tifo.

La serata attesa. Abbiamo circa 700 abbonati e ci aspettiamo l’invasione di tifosi Fortitudo, ma finora la piazza è stata un po’ tiepida. E’ l’occasione perfetta per scaldarla, se vinciamo e se la Spal domenica le prende a Bologna, magari dopo vengono tutti a palazzo.

BolognaBasket.it © 2000 - 2015 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica riservata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: