C’era un barlume di serenità, in spiaggia, dopo una qualche giornata in cui i due tifosi si erano guardati in cagnesco tirando fuori parole come derby e affini che, da quel che Waimer ricordava, non erano citate da un bel po’ di anni. E anche quel nuovo termine uscito fuori di recente, ripescaggio, era stato accantonato. Ah, il ripescaggio: Waimer lo collegava a quella volta in cui rubò un pedalò per andare a ripescare dei pesci rossi che aveva per sbaglio fatto defluire dal lavandino di casa sua. Lo ritrovarono, alle isole metanifere, e di rosso alla fine si ritrovò solo le proprie natiche, maltrattate dalle scudisciate del babbo Jader. Per cui era normale che, a sentire di nuovo quella combinazione di lettere, lui si ritraesse un attimo e lasciasse il campo a quegli altri due.

Piccy – Fanciulli, mettetevi l’anima in pace. Fate la A2, capito? La A2, e non rompete più le scatole con ‘ste storie che duemila anni fa con voi sono stati inflessibili e vi hanno fatto diventare Castelmaggiore. Poi non lo dite anche voi, che forse è meglio fare un anno nel campionato dove non eravate mai retrocessi piuttosto che restare ai piani alti e ri-retrocedere? Dai.

Bavvy – Ma non scassare, che anche te se ti ripescavano mica ti faceva schifo, e mica tiravi fuori questioni di come ci si debba conquistare le cose solo sul campo e amen. Ma tanto voi è di questo che vivete, retorica. Ora tutti voialtri a tirar fuori ‘sto slogan del per amore solo per amore: la beneficienza delle maglie di Natale finisce a questi, i soldi dei libri finiscono a questi, gli abbonamenti così verranno ribattezzati. Poi capita che i giocatori, a fine stagione, si ricordino anche del per denaro solo per denaro e scoprite che non si vive di sole pacche sulle spalle.

Piccy – Certo, però c’è una differenza. Noi non ci mettiamo a storcere il naso a prescindere per la gente che prendiamo. Voi? Leggete dei nuovi arrivi e vi lamentate: ah, faremo la corsa agli abbonamenti per Spissu, ah, non vedo l’ora di vedere Ndoja… Siete in A2, i giocatori sono questi, e mettetevi l’anima in pace: Ginobili non torna, Rigaudeau non torna, Danilovic non torna. Forse Divac, ecco, che sta ancora facendo le visite mediche.

Bavvy – Ma parlate voi? Che quanto avete sentito che abbiamo preso Spizzichini vi siete messi ad insultarlo, senza nemmeno accorgervi che non è quello che è venuto da voi, ma il fratello? Dai, tornate a fare le vostre salsicciate e a distruggere quel povero palasport di Treviso. E magari a fare le vittime. E ti volevo anche dire un’altra cosa. Nina Zilli è stonata.

Piccy – Sarà, ma mica si è messa con Cuccarolo. E poi quando cantava cinquantamila pensava all’anno in cui vincerete di nuovo un derby.

Bavvy – O forse ai tiri da tre sbagliati da Mancinelli in carriera.

Waimer stava ad ascoltare in modo distaccato, perchè con ‘sta storia del ripescaggio si era fatto venire le palpitazioni e non riusciva più ad infilare correttamente gli ombrelloni nelle loro basi. D’altra parte era una estata strana, e anche in altri campi l’infilaggio non stava andando poi tanto bene. Calma piatta, e per questo ritenne più adatto avvertire la Fonospiaggia di dare comunicazioni solo in caso si fossero smarrite fanciulle di almeno 18 anni. Che almeno loro lo aiutassero.

BolognaBasket.it © 2000 - 2015 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica riservata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: