Quello tra Ghepard e BSL è l’ennesimo derby dal grande valore. Entrambe le formazioni, infatti, sono in fondo alla classifica con due punti, e per trovare ossigeno e staccarsi dalla zona calda, i due punti in palio sono importantissimi. Ci arrivano in modi differenti le squadre a questo match. Stasera la truppa di coach Rocca può vantare un trend positivo coi miglioramenti visti nelle settimane scorse che hanno portato i Cinghioss alla vittoria una settimana fa in quel di Castelfranco. Diverso il cammino della squadra incontrata pochi mesi dai biancoverdi nei playout, che si presenteranno questa sera alle Rodriguez con la sconfitta di sabato scorso in casa contro Modena sul groppone, ma più in generale con un ruolino di marcia di certo non invidiabile.
Le qualità tecniche tuttavia ci sono, e lo dimostrano le grandi individualità che la Ghepard dispone. Primo fra tutti Gianluca Ghedini, esterno, ma che in questo roster può giocare tutti i ruoli dall’1 al 4. Esperto giocatore, ha un passato anche in Serie A, e come dote migliore, oltre al fatto di poter segnare in tutti i modi, quello di regalare splendidi assist per i compagni, una dote che lo rendono pericoloso sia se vuole costruire per se che per la squadra. Il tiro? Ovvio che un giocatore con questo pedigree tocca in questo aspetto tecnico il massimo.
Al suo fianco Stefano Beccaletto. Rispetto al compagno di squadra ha meno visione di gioco, ma due gambe ed un fisico che lo rendono pericoloso sia nell’1c1 che vicino a canestro. Sa correre bene in contropiede ed è un valido aiuto a rimbalzo. Tiratore da tre punti se ce ne uno, pecca solo quando va fuori giri.
Sotto le plance il “gigantesco” Leonardo Gonzalez, un professionista di questo sport con una carriera che spazia lungo tutto lo stivale. Uomo d’area, grandi movimenti spalle a canestro e una visione di gioco importante. L’argentino è infatti bravo, sui raddoppi, a pescare l’uomo libero per un tiro.
Dorjan Tapia va a completare lo spot dei 3/4. Esperto giocatore di categoria, ha energia e un tiro da tre punti che, se in serata, può fare male. Lottatore d’area per il rimbalzo, sa correre in contropiede e sa farsi trovare pronto all’appuntamento per l’assist.
In playmaker il giovane Mattia Sandrolini. Regista tutto fosforo, è bravo a fare giocare i compagni dettando il ritmo al tempo giusto. Se deve costruire per se preferisce il tiro piazzato o il palleggio arresto e tiro.
Questo il quintetto che, con tutta probabilità, scenderà sul parquet delle Rodriguez questa sera alla 21. Ad arbitrare l’incontro il Sig. Luca Zambelli di Cesena ed il Sig. Lorenzo Maria Ragazzi di Masi Torello in provincia di Ferrara.

BolognaBasket.it © 2000 - 2015 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica riservata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: