COMUNICATO STAMPA N. 26
35° “Centro Medico Attiva” Playground dei Giardini Margherita

Bologna, 13 luglio 2016 – Sarà l’anno bisestile perché nessuna delle principali favorite di questa edizione ha raggiunto la finale. I campioni in carica di V Magazine, infatti, sono crollati in semifinale contro una Kaffeina Koy’s determinatissima. L’aver giocato il quarto di finale, meno di 24 ore prima, ha sicuramente condizionato la prestazione di Castelli e compagni. Nella seconda gara, davanti a spalti gremitissimi, lo Jus Banca Interprovinciale ha superato Azimut e cioè la squadra con più atleti nel roster di serie A/A2 (4) e quella che aveva più impressionato nelle prime tre settimane. Sei i giocatori in doppia cifra per la squadra degli “avvocati”, a conferma di un gruppo senza stelle, ma, proprio per questo, di difficile lettura per i coach avversari.
Stasera scenderanno in campo, in occasione del Pink Lady Star Game firmato Idromat, cestiste militanti in A1 e A2 per le due compagini Mattepilast e Libertas Bologna, guidate rispettivamente da coach Totta e coach Borghi. Sempre stasera, inoltre, verranno prese 10 iscrizioni tra il pubblico, per chi vuole partecipare alla gara del tiro da 3 punti, all’interno del “Fourghetti Challenge”. Questi dieci spettatori tireranno tra il secondo e terzo quarto della gara femminile ed il migliore sfiderà, giovedì 14, in occasione della finalissima, il migliore dei 7 giocatori del torneo rimasti in gara.
La finale del Playground più famoso d’Italia si disputerà quindi domani alle ore 21, ma se ci fossero problemi di maltempo, non verrà giocata al chiuso, bensì rinviata alla serata di venerdì 15 luglio.
KAFFEINA KOY’S – V MAGAZINE 105 – 81
(28-26; 55-47; 78-66)
Kaffeina Koy’s: Tinsley 2, Bastoni 10, Gueye 6, Peroni 8, Grillini, Cortesi 16, Cantore 4, Nanni 19, Galic, Zhytaryuk 17, Arrigoni 23. All. Nanetti.
V Magazine: Bacchiavini, Marinelli 2, Castelli 28, Pulvirenti 6, Dal Pozzo 5, Bianchini 2, Gasparin 2, Olivieri 18, Sanguinetti 7, Agusto 8, Morara 3. All. Bonora.
Kaffeina Koy’s supera V Magazine 105-81 e vola in finale. V Magazine paga le “fatiche” della sera precedente e resiste solamente i primi due quarti.
Comincia bene la formazione di “Jack” Bonora, guidata da Olivieri, un autentico dominatore dell’area avversaria, e Pulvirenti, si porta subito sul 2-7 al 2’. Pronta però la reazione degli “azzurri”: Zhytaryuk, con 6 punti consecutivi, riporta i suoi sul +1: 8-7 al 4’. L’equilibrio si alza notevolmente e le due squadre danno vita ad un primo quarto combattuto punto a punto, che si conclude con un canestro allo scadere di Zhytaryuk, che realizza da sotto il 28-26 in favore di Kaffeina Koy’s. Gasparin pareggia i conti in avvio di secondo quarto, 28-28 al 13’. La formazione di Nanetti tenta il primo allungo e, trascinata dai canestri in contropiede di Bastoni, si porta sul + 5, 33-28 al 16’. Uno scatenato Olivieri consente a V Magazine di rimanere a stretto contatto degli avversari, ma quando il lungo “neroverde” inizia ad avere problemi di falli ed è costretto a sedersi in panchina, ci pensa un superlativo Castelli a riportare in vantaggio V Magazine, 42-44 al 20’. Kaffeina chiude la seconda frazione di gioco in crescendo e, grazie a quattro punti consecutivi di un ispirato Nanni e ad una tripla a fil di sirena di Cortesi, confeziona un parziale di 7-0 che spacca in due la partita e regala il +8 all’intervallo alla truppa di Coach Nanetti (55-47). Il divario tra le due squadre aumenta sensibilmente ad inizio terzo quarto. Nanni infila la bomba del +10, 57-47 al 25’, Arrigoni segna due canestri consecutivi in sottomano e Kaffeina arriva a toccare le quattordici lunghezze di vantaggio, 63-49 al 30’. I campioni in carica risalgono fino al -9, con un break propiziato da Castelli e Olivieri, 69-60 al 32’. Arrigoni dall’arco punisce V Magazine e fissa il punteggio sul 78-66 alla fine del terzo periodo. V Magazine crolla definitivamente nell’ultima frazione sotto i colpi di Zhytaryuk e Cortesi. Sanguinetti viene espulso per doppio fallo tecnico, mentre Arrigoni va a schiacciare in contropiede il + 21, 96-75 al 42’. Il finale di gara è tutto di Kaffeina, che chiude il match con 24 lunghezze di vantaggio: 105-81.
AZIMUT – JUS BANCA INTERPROVINCIALE 83 – 94
(22-24; 42-43; 63-66)
Azimut: Maccaferri 6, Dal Pozzo 2, Tinti 2, Lamma 6, Corcelli 9, Bottioni 7, Trombetti 23, Raucci 26, Amoni 2, Martini, Lemmi. All. Canè.
Jus Banca Interprovinciale: Marchetti 11, Toscano 15, Salvadori, Lombardo A., El Hadji 5, Lombardo G. 13, Pullazi 11, Zampolli 23, Giancarli 2, Di Noia 13, Dawson. All. Totta.
Dopo il Leicester campione d’Inghilterra e il Portogallo uscito vincente da Euro 2016, anche al Playground le sorprese non mancano: Jus Banca Interprovinciale batte, nella seconda semifinale. Azimut, favorita per la vittoria del torneo e conquista meritatamente la finale del Playground. Solida, compatta e aggressiva la squadra di Totta, che ha avuto la meglio su Azimut, parsa sin troppo arrendevole e priva di cattiveria agonistica.
Avvio col turbo per Jus Bologna Basket che, con due triple di Giuseppe Lombardo e i canestri in penetrazione di Zampolli, si porta sul +8, 4-12 al 5’. Immediata la risposta di un super Trombetti che, nel solo primo quarto, mette a segno 13 punti, trascinando i suoi sul +3, 20-17 al 10’. Marchetti, dall’arco, impatta la gara, 20-20 all’11’ e Di Noia sigla il nuovo sorpasso Jus Banca Interprovinciale: 22-24 dopo i primi 10’. Il botta e risposta tra Trombetti e Zampolli apre il secondo quarto, 28-29 al 16’. Poi, Toscano e Zampolli guidano Jus Banca Interprovinciale sul +7, 30-37 al 22’, ma Corcelli e Maccaferri rimettono in carreggiata Azimut, che chiude il primo tempo sotto di una sola lunghezza, 42-43. Nella terza frazione Raucci sale in cattedra e, con una fiammata di 5 punti consecutivi, apre un parziale di 9-0 che consente ad Azimut di portarsi sul massimo vantaggio, 51-43 al 27’. Jus Banca Interprovinciale non molla e, grazie ad una splendida difesa, riesce a recuperare il passivo. Zampolli realizza la tripla del controsorpasso, 58-60 al 32’, Azimut fatica a trovare la via del canestro e Marchetti ne approfitta per mettere a segno il 63-66 che chiude il terzo periodo. Gli “avvocati” dominano nell’ultimo quarto e allungano sul +11, 67-78 al 40’, grazie ad un break di 12-4, che porta la firma della coppia Zampolli-Toscano. Vantaggio che resiste anche al ritorno di un sontuoso Raucci, che cerca di ridurre il gap con un controparziale di 6-0, 73-78 al 44’. L’ennesima bomba di Zampolli, chiude il match, 77-90 al 46’ e a nulla servono i tentativi finali di Corcelli e Trombetti per riaprire le sorti dell’incontro che si conclude 83-94 in favore della sorprendente formazione presieduta dall’Avvocato Florio.
Non mancano le novità anche per questa edizione. La più importante riguarda la APP “Playground Giardini Margherita” scaricabile sia da App Store (Iphone e Ipad) che da Play Store (sistema Android). All’interno, grazie alla collaborazione con l’azienda bolognese LUNA, si potrà anche seguire Live l’andamento di ogni singola partita.
Anche per la sezione video cambia tutto: la Mvp Minors Video Project metterà in rete, il giorno successivo di ogni serata del Playground, gli Highlight delle gare e, a fine settimana, ci sarà anche la Top5 con le cinque giocate più spettacolari.
Il tiro da metà campo, in questa edizione, è griffato Giulietti e Guerra, che mette in palio, per i vincitori di tappa, delle bellissime canotte, mentre, nella serata finale, si vincerà un occhiale da sole della Nike.
E, udite udite, ci sarà anche una gara del tiro da 3 punti con un sponsor prestigioso. Si chiama “Fourghetti 3 points challenge” ed è la sfida lanciata da Fourghetti, il nuovo ristorante di Chef Bruno Barbieri (poche centinaia di metri dal Playground), in occasione del glorioso Torneo dei Giardini Margherita. Un grande onore per Fourghetti quello di essere parte di una manifestazione sportiva così sentita e attesa da tutti i bolognesi. Per il vincitore è prevista una cena per due.
L’obbligo per le società sportive di dotarsi di un defibrillatore è stato risolto grazie alla collaborazione con l’azienda Cer Medical di Calderara di Reno, mentre le previsioni meteo saranno sempre on line in virtù di un accordo con Arpae Emilia-Romagna.
Avete sete? Avete fame? Lo staff di Lorenzo Nanetti, in collaborazione col Formosa, vi risolverà ogni voglia, mentre Vodafone regala un Giga in 4G a tutti gli appassionati del torneo che si recheranno, nel mese della manifestazione, in uno dei dieci store di Bologna, Villanova di Castenaso, Casalecchio e CastelMaggiore.
Gli arbitri e gli ufficiali di campo, così come il Commissario del torneo, saranno, infine, di nomina FIP.
I GIRONI DELL’EDIZIONE 2016
GIRONE A
Azimut; Ciaccio Casa; Cadò San Lazzaro Ozzangeles Playground; V Magazine
GIRONE B
Fresk’o; Kaffeina Koy’s; Jus BO BK Banca Interprovinciale; Matteiplast Ristorante Alice
GIRONE C
Chalet Giardini Margherita; Luc@elettronica Zurich Insurance; Mulino Bruciato CSI Bologna
GIRONE D
Gambari Ingranaggi CSS Mastellari Colori; Orplast; #Sempreminors
CLASSIFICHE FINALI
GIRONE A
Azimut 6 (3-0);
V Magazine 4 (2-1);
Ciaccio Casa 2 (1-2);
Cadò San Lazzaro Ozzangeles Playground 0 (0-3).
GIRONE B
Kaffeina Koy’s 4 (2-1);
Jus BO BK Banca Interprovinciale 4 (2-1);
Fresk’o 2 (1-2);
Matteiplast Ristorante Alice 2 (1-2).
GIRONE C
Mulino Bruciato CSI Bologna 6 (3-0);
Luc@elettronica Zurich Insurance 4 (2-1);
Chalet Giardini Margherita 0 (0-2).
GIRONE D
Orplast 6 (3-0);
#sempreminors 2 (1-2);
Gambari Ingranaggi CSS Mastellari Colori 0 (0-3).

IL CALENDARIO
MERCOLEDI’ 13 LUGLIO
Ore 21 IDROMAT PINK LADY STAR GAME
GIOVEDI’ 14 LUGLIO (o venerdì 15)
Ore 21 FINALE

(foto Schicchi)

BolognaBasket.it © 2000 - 2015 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica riservata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: