BALTUR, BENEDETTO: «A LECCO PER CRESCERE IN VISTA DEI PLAY-OFF»

Archiviato il successo di domenica scorsa sulla Tramarossa e ipotecato il fattore campo al primo turno di play-off, Giovanni Benedetto fa il punto in casa Baltur, a ottanta minuti dalla fine della prima fase.

Coach, soddisfatto della vittoria su Vicenza? «Era importante arrivare quanto prima a questo quarto posto, che considero meritato per una squadra che, pur inserita nel girone più difficile del campionato e ritrovatasi ad affrontare una serie praticamente infinita di problematiche di diversa entità, entra ai play-off dalla porta principale, si è guadagnata il vantaggio del fattore campo al primo turno. Ancora non sappiamo chi affronteremo, perché la B si conferma come il meno scontato tra tutti i campionati nazionali e ogni domenica regala almeno una sorpresa, come ad esempio la sconfitta delle prime due di quel girone A con cui ci misureremo presto. Detto questo, penso che nel primo tempo abbiamo giocato una partita di alto livello su entrambe le metà campo. Nella ripresa ci siamo forse un po’ seduti, nel momento in cui ho approfittato del vantaggio per gestire gli uomini con la sola eccezione di Pignatti, che ho dovuto tenere in campo fino a trenta secondi dalla fine per mancanza di alternative per l’infortunio di Andreaus e il fatto che Benfatto è appena rientrato da uno stop di oltre due mesi. Comunque non abbiamo rischiato niente e dunque siamo felici di poter dedicare questa vittoria a “Seba” Vico e alla sua signora, che proprio domenica sono diventati genitori di una bambina meravigliosa.».

Sabato sarete impegnati a Lecco, per una sfida che non cambierà la classifica ma che rappresenta un antipasto di play-off. Con quali motivazioni affronterete questa trasferta? «A prescindere dalla classifica e dai doveri che abbiamo nei confronti della nostra gente, che ci seguirà anche lontano da casa, e della società, giocheremo sul campo di una squadra che farà i play-off, ha eguagliato recentemente il suo record di punti in campionato e in casa sua ha fatto peggio soltanto di Bergamo e Orzinuovi, per cui si tratta di un bel banco di prova in vista dei play-off, che scatteranno tra due settimane. Un lasso di tempo in cui lavoreremo sodo nel tentativo di trovare una certa continuità di rendimento e limitare i nostri alti e bassi, tramite l’accrescimento delle nostre certezze e la crescita dei nostri atleti più giovani, che non sono probabilmente abituati a giocare certe partite e coi quali dobbiamo affrettare il passo poiché siamo già arrivati alla fase decisiva della stagione e vogliamo giocarcela nella migliore condizione fisica, psicologica e tecnica possibile.».

BolognaBasket.it © 2000 - 2017 Tutti i diritti riservati

Testata giornalistica riservata presso Tribunale di Bologna, decreto 8225 del 03/02/2012

e-mail: redazione@bolognabasket.it

Privacy e Cookie Policy | Sito Web realizzato da: beltenis.it | Feed RSS: